COME SE NON CI FOSSE UN DOMANI

concerto

È davvero incredibile come le lezioni più importanti arrivino sempre nelle situazioni più impensabili.

Vai a sentire la band dei tuoi amici che fanno cover  e inediti rockabilly. Sei già andato qualche volta: sono parecchio bravi, la musica è coinvolgente. Per farla breve, una seratina piacevole senza pretese.

E poi c’è lui.

Non so chi sia, nel senso che non so quale sia la sua storia. Trovarlo, a quanto pare, è facile: basta visitare la fanpage del gruppo per trovarlo in buona parte delle foto delle varie serate. Un vero e proprio aficionados. Arriva non appena la band attacca con la prima canzone, si posiziona in mezzo al palco e comincia a ballare. All’inizio non ci fai troppo caso, poi cominci a notare qualcosa. Sembra che sia uscito da una canzone di Elio e le Storie Tese: danza da solo e se ne vanta. Non ha una buona padronanza del ritmo, a volte batte le mani fuori tempo. I suoi passi di danza sono strampalati quanto originali. Ricorda John Travolta, ma senza lezioni di ballo.

Ma il bello è che trasmette un’energia pazzesca. È sotto al palco e si sta divertendo da matti. Sente la carica del gruppo e la fa propria. Non so cosa ci voglia esattamente per iniziare a ballare mentre tutti sono seduti mentre tu soltanto stai dondolando il tuo corpo. Sul palco è più facile: sei la sopra, davanti a tutte quelle persone che sono venute a vedere proprio te, ti senti un po’ legittimato a farlo, ad infiammare la folla e incitare tutti a battere le mani a tempo. Eppure anche il suo entusiasmo è contagioso. Ti fa capire che anche se sei stanco, forse la vita è davvero troppo breve per stare seduto ad un tavolo mentre gli altri si divertono.

In meno di cinque minuti la pista da ballo si riempie di ragazzi che si lasciano trasportare dalla musica. E mentre le persone vanno e vengono, lui è sempre lì. Per tutta la durata del concerto. A volte balla da solo, a volte altri ragazzi si uniscono a lui. Una costante che rende la serata davvero interessante.

Forse è vero che basta poco. Fai quello che vuoi senza preoccuparti di quello che pensano gli altri. Sii libero senza intaccare la libertà degli altri. Prova, osa: come quel tizio che per primo mise ai piedi dei pattini in linea nel cuore di Central Park. O come quel ragazzo che ballava incurante degli sguardi altrui, trascinando e ispirando.

Dopotutto, con tutte le persone che si definiscono “originali” e “fuori dagli schemi” non ho mai visto nessun uomo indossare una gonna al di fuori della Scozia. O delle feste a tema.

menestrellino

Annunci

Informazioni su Shiri Clod

Romantico cacciatore di chimere perso nella fantasia. Nato con ogni probabilità nell'epoca sbagliata. Un «clown irlandese», proprio come voleva Joyce
Questa voce è stata pubblicata in 1. Pensieri e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a COME SE NON CI FOSSE UN DOMANI

  1. onlyasquare ha detto:

    non mi avevano mai citato in un articolo prima d’ora T.T

  2. Francesco Corcioni ha detto:

    a dir poco è stato un idolo.
    ed è un termine riduttivo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...