LA “BELLA ESPERIENZA” SUL WEB

Mattia-890x395

Non si parla d’altro, è lui l’uomo del momento. Mattia S., il manifestante confuso, 20enne dalle imbarazzanti proprietà dialettiche. Un ragazzo davanti ad un microfono, tra saccenza e confusione, incapace di comprendere il disagio nel quale ha gettato chiunque abbia un qualche legame con lui. Il giorno dopo le scuse, utili come il due di coppe quando la briscola è bastoni. Pèso el tacòn del buso, dicono dalle mie parti.

Inutile dilungarsi inutilmente, la storia la conosciamo tutti. E tutti, chi più chi meno, hanno pensato: “Che coglione”.

insulti-forbiti

Partendo dal presupposto che un  black bloc non si sarebbe mai fatto intervistare, chiaramente Mattia non rappresentava nessuno, se non sé stesso, ma anche su questo ho i miei dubbi.

Da ogni sua parola emerge una visione distorta dell’evento nel quale gli si è capitato di imbattersi: esaltazione, spirito di emulazione, lo sciogliersi nella folla sospendendo la propria personalità in favore dell’emergere di sentimenti forti. Un debole, vittima della propria stupidità.

Ebbene, è di un simile ragazzo che i mass media si sono cibati. L’argomento della settimana: interviste, sfottò a mezzo internet con tanto di parodie YouTube: si sa, i fenomeni virali vanno cavalcati poiché, si sa, valgono una miniera di click e magari possono assicurare una qualche comparsata in televisione. Un ragazzo catapultato sulla gogna perché rilascia dichiarazioni in merito ad una battaglia di cui nemmeno fa parte. Ignoranza e nonsense in risposta alle domande di un inviato che per un giorno ha trovato una gallina dalle uova d’oro. Tutti ridono.

E ci si indigna. Mentre le tangenti e gli arresti a tema Expo, quelli ormai non scandalizzano più. Per riflettere sui problemi seri, per quello c’è sempre tempo.

menestrellino

E poi, diciamocelo, i meme su Er Pelliccia erano più simpatici.

er pelliccia falkor Schermata-2011-10-20-a-12.42.19

O no?

Annunci

Informazioni su Shiri Clod

Romantico cacciatore di chimere perso nella fantasia. Nato con ogni probabilità nell'epoca sbagliata. Un «clown irlandese», proprio come voleva Joyce
Questa voce è stata pubblicata in 1. Pensieri e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a LA “BELLA ESPERIENZA” SUL WEB

  1. brainforlunch ha detto:

    Giusto. Perché basta trovare il coglioncello che fa notizia e tutto il resto va nel dimenticatoio. Non basta ripulire una vetrina per ripulire una coscienza

  2. mattia ha detto:

    ormai siamo abituati alla merda

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...