LE 10 SCENE DEI FILM D’AZIONE PIÙ PACCHIANE DI SEMPRE

Cari acrobati, bentornati. E qua ci starebbe un’esplosione…

ImmagineEcco, ci siamo quasi.

Oggi si esagera. Si parla di film d’azione, in cui tutto è permesso. Azione, avventura, disprezzo e completa misconoscenza dei limiti imposti dalla gravità, dalla fisica e anche dal buonsenso. Quando “divertente” e “istruttivo” non vanno a braccetto. Meglio avvertirvi fin da subito. Il livello di figosità delle scene che vado ad illustrarvi è talmente elevato che potrebbe far impallare il vostro rivelatore Sayan (che nerdaggine dilagante che c’è in giro). Leggete e guardate a vostro rischio, poi non venite a dirmi che non vi avevo avvertito. Perché oggi si parla di film d’azione e di scena pacchiane. Eddai, un po’ di grezzaggine negli action movie ci sta. Altrimenti andavo a vedere “Zio Vodoja scuoia la renna”, capolavoro del cinema espressionista polacco in dodici atti. Dopotutto siamo in un Circo, un po’ di evoluzioni pazze sono d’obbligo. Il contratto me lo impone. Ma adesso basta con le premesse. Orsù, rompiamo gli indugi e addentriamoci con rinnovato entusiasmo nel mirabolante mondo delle scene d’azione pacchiane!

RAMBO 3 

In primis, una menzione d’onore. Come antipasto non poteva mancare l’icona di tutti i film d’azione, il sempreverde John Rambo. Il leggendario reduce del Vietnam ebbene, si cauterizza una ferita d’arma da fuoco. No, ma capiamoci: in una grotta. Con polvere da sparo, fiamma viva e tanta allegria. Insomma, un mortaretto umano. Embè, che c’è di strano? Il fatto che dopo combatta più arzillo di prima! Un urletto per testimoniare quanto ha sofferto e poi via, verso nuove avventure. Non siete ancora convinti? Resta il fatto che Rambo DOVEVA essere in prima posizione per aprire le danze, questo è innegabile. E poi l’effetto della vampa che entra ed esce dal suo corpo è veramente esagerato, quasi assurdo. Intendiamoci: non sono un medico ma nemmeno lui è un drago. Insomma, mette d’accordo tutti: dai fanatici del softair ai maniaci del muscle worship.

LA MUCCA DI TWISTER

Non dico altro. No, veramente. Non serve aggiungere altro.

Muuuuuuuu. Cose del genere te le ricordi per forza. A forza di ridere. Come cantavano i Beatles, Twist and shout.

IL MERCENARIO CHUCK NORRIS

Menzione alla carriera per Chuck Norris. Il cui nome, tra parentesi, rimanda all’inquietante rumore di ossa spappolate. Insomma, Chuck c’ha il pedigree da competizione e questo è assodato. Il nostro ranger preferito nel recentissimo “Mercenari 2” fa un ingresso in campo trionfale: con una mitraglietta comprata alla Lidl cinque minuti prima fuori un plotone di soldati armati fino ai denti che teneva in scacco Stallone  e Co. Ah, e smonta pure un carroarmato. Per tacere del cobra.

Perché di facts su Chuck in giro ce n’erano pochi. Che mito.

DIE HARD 4

F14 che attacca dal basso. E Bruce Willis lo abbatte. Manco fosse Metal Slug. In realtà è tutto un grande qui pro quo e il cattivo crede di trarne vantaggio. E invece no. MacClane governa un semirimorchio grazie alla forza di volontà e allo sforzo. Ciao ciao missili e mitragliate. «Ma stiamo scherzando? Io sono Bruce Willis! Yippie ki-yay!». Il piano del secolo: un giro sul raccordo anulare , eviti i missilazzi, tieni miracolosamente in carreggiata il mezzo governandolo grazie a incitamenti vocali, musichetta che fa molto “saspens”, te ne freghi delle mitragliate che snelliscono il tuo bel camion fino a farla diventare un’agile cabriolet. Fatto? Bene. A questo punto il Jet si posizionerà in basso, una cassa uscirà magicamente dal rimorchio. Culo indegno e magia hollywoodiana faranno il resto.

Manca solo la vocetta fuori campo che grida: «Heavy Machine Gun!».

TORQUE – CIRCUITI DI FUOCO

La versione motociclettara di Fast and Furious. Diciamocelo, questo film ha tutto: l’antieroe bello e tenebroso, un cattivo cattivissimo che l’ha incastrato per benino, il poliziotto corrotto,donne e motori, musiche da spettino, esplosioni, corse a folli velocità. Ma soprattutto, la miglior catfight di sempre. Spettacolare l’inizio della schermaglia, nella quale le due belle figliole utilizzano le loro moto come se fossero spade. Chiunque ha avuto l’idea deve essere un genio del male.

WANTED

Questi fanno curvare le pallottole! Capiamoci, l’idea della setta degli assassini che designa le proprie vittime grazie ad un telaio mi piace. No veramente, secondo me potrebbe anche funzionare, d’altra parte sono dei fanatici, no? Grazie all’ansia questi eletti sono in grado di sviluppare capacità metaumane? Lecito, fa molto Assasin’s Creed. Ma questi conoscono l’arcana arte della pallottola boomerang. Chi potrebbe prendere sul serio questa cosa qua?!? E poi, quando pensi di aver visto tutto Angelina Jolie,  tira fuori dal cilindro la pacchianata finale. Peggio del triplo filotto reale fantozziano a biliardo. Con la truzzissima pallottola “googbye” secca l’intera setta con un solo colpo per poi suicidarsi. Nemmeno Giotto avrebbe potuto disegnare una traiettoria circolare così perfetta. Tanto di cappello.

Ma per piacere.

DIE HARD 4 (ancora)

Di nuovo Bruce Willis, ancora nei panni di John McClane. L’uomo ferito di striscio per antonomasia. «Hai abbattuto un elicottero con una macchina!». Risposta: «Avevo finito le pallottole…». Chiaro. Cristallino proprio. Livello di figaggine: incommensurabile. Regola base dei film d’azione: il buono non può morire ma deve finire i proiettili. Per i cattivi vale il contrario. Corollario: non importa la location, qualsiasi cosa può essere usata per causare morte, distruzione, esplosioni, botti di capodanno. Banale come il male.

MACHETE

Leggi della fisica, addio. No, ma fatevi da parte proprio. Non credevo di poter dimenticare le tette in slow motion di Megan Fox in Trasformer 2. Intatti mica le ho dimenticate. Ma quest’uomo ti lascia a bocca aperta. Che sia la dimostrazione che il talento batte le tette? Io sinceramente non lo so. Aspettate, ma cosa sto dicendo? Sto davvero paragonando Danny Trejo a Megan Fox? E voi non dite niente?!? No no, non va bene per niente. Stooooop.Cancelliamo tutto e rifacciamo per piacere.

Tizio monta (leggasi “appoggia”) Vulcan su motocicletta, salta dalla rampa del Motorsciòu, spara a ripetizione in varie direzioni, ammazza scagnozzi, atterra. Senza mai staccare le mani dal manubrio della suddetta motocicletta. Un saluto a Megan Fox, ciao Megan.

SOLOMON KANE

Si può forse fare di meglio di così? Ma secondo voi il Circo cosa ci sta a fare?! Eccerto che si può fare di meglio di così! Ci pensa Solomon Kane, antioeroe cattivissimo che rovina il famoso detto “non si scende vivi dalla croce”. In effetti, togliendo il sonoro, la scena potrebbe risultare comica. Che poi se con ricordo male c’era pure una barzelletta…

Insomma, vedi alla voce “fenomeni di pacchianesimo secondario”.

E per finire…

LA MEGLIO SCENA DI SEMPRE

Fulmen in cauda, dicevano gli antichi romani. Bene, eccovi accontentati. Hollywood? No, Bolliwood. Della serie Rambo turco ci fa un baffo. Regola base: a sgommare con la moto sono capaci tutti. Questo… “coso” riesce a coniugare tutto, ma proprio tutto tutto: la figaggine della triade capitolina Willis/Stallone/Svarzeneggher, la preparazione atletica di Bruce Lee, i cazzottoni alla Bud Spencer, veicoli a quattro ruote che volano come se non ci fosse un domani, la spensieratezza del basso budget, l’ansia del “buona la prima (altrimenti io di sicuro non raccolgo tutti quei cocci, ci pensino gli stagisti)”. Resta solo una domanda: se il protagonista è così figotatos, chi cavolo è il malvagio antagonista che è riuscito a mettegli le manette? Ma soprattutto, riuscirà il nostro eroe a togliersi le suddette manette?

Per la cronaca, il film si intitola “Alluda Majaka”.

menestrellino

Annunci

Informazioni su Shiri Clod

Romantico cacciatore di chimere perso nella fantasia. Nato con ogni probabilità nell'epoca sbagliata. Un «clown irlandese», proprio come voleva Joyce
Questa voce è stata pubblicata in 3. Opere e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a LE 10 SCENE DEI FILM D’AZIONE PIÙ PACCHIANE DI SEMPRE

  1. Martina Fraccaroli ha detto:

    Gigameraviglioso!
    Non ho altro da aggiungere.
    Anche se Machete meriterebbe di citare (in seconda battuta) l’intestino dalla finestra.
    Sono bei momenti.
    Denny Trejo potrebbe farmi scordare Robert Downey Jr che nei panni di Iron Man cracca il sistema del jettino coccoloso della VedovaNera e si mette gli AC/DC come colonna sonora.
    Spaccare i culi.

  2. Matteo ha detto:

    Beh il tipo che si ferma con le palle, su un palo finché viene trascinato da 2 cavalli e li ferma, è spettacolo puro!!! Alla faccia di tutti gli altri messi assieme….. Anche se effettivamente il vecchio bruce che abbatte un aereo è veramente degno di nota!!!

  3. Francesco Iannò ha detto:

    Aspettiamo con ansia la seconda puntata!!!! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...